Get Adobe Flash player

Categorie

Web Patron

Ultimo Numero

Quaderni di Restauro

Rinasce a Weimar la Biblioteca di Anna Amalia

Nell’ottobre del 2004, alla Buchmesse di Francoforte, noi di Alumina e di Salviamo un Codice fummo tra i primi italiani a raccogliere e far nostro l’appello lanciato dalla Stiftung Weimarer Klassik und Kunstsammlungen per il restauro della Biblioteca della duchessa Anna Amalia, devastata pochi giorni prima da un violento incendio che ne aveva distrutto buona parte delle strutture lignee, divorando decine di migliaia di volumi.

Fu una ferita mortale per la storica sala e la città di Weimar, divenuta grazie alla presenza di Goethe il cuore letterario del classicismo tedesco. Pochi giorni dopo, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Federale di Germania, partiva una raccolta di fondi che qualche mese fa, dieci anni dopo la drammatica vicenda, ha portato all’integrale restauro della splendida biblioteca. Poco o nulla naturalmente si è potuto fare per i libri e i manoscritti distrutti dalle fiamme o danneggiati dall’acqua, ma la stupenda sala rococò è ritornata oggi all’antico splendore e la tranquilla città della Turingia, proclamata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, può nuovamente far risuonare tra gli stucchi e gli scaffali della Biblioteca di Anna Amalia le parole con cui il suo ospite più illustre, agli inizi dell’Ottocento, ne definì lapidariamente la funzione: “è come essere in presenza di un immenso capitale che eroga silenziosamente interessi incalcolabili.”

Condividi !
  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>