Get Adobe Flash player

Categorie

Web Patron

Ultimo Numero

Quaderni di Restauro

Commentari

 

Il restauro dei codici ha assunto un’importanza tale che la nostra casa editrice ha ritenuto opportuno dare testimonianza del lavoro svolto in tutte le sue fasi attraverso una serie di Quaderni di Restauro: i commentari in cui, oltre a una esauriente relazione degli interventi effettuati, vengono pubblicati saggi, studi e approfondimenti sui manoscritti restaurati.

Per l’acquisto dei volumi potete andare al nostro carrello: Vai al negozio

 

 

 

 

Per giusta causa

a cura di Daniela Savoia

Il restauro del Decretum Gratiani (Ms. Piana 3207) della Biblioteca Malatestiana di Cesena

 Con il reintegro delle carte sottratte agli inizi degli anni Ottanta, l’edizione 2008 del progetto “Salviamo un codice” promosso da Alumina e Nova Charta ha restituito all’antico splendore il Decretum Gratiani della Biblioteca Malatestiana di Cesena (ms. Piana 3.207). Un famoso codice di diritto canonico di cui questo volume documenta e illustra la storia e le varie fasi del restauro.

 Acquista

 

 

Carte scoperte

a cura di Leonardo Granata

Il restauro del Codice 29 della Biblioteca del Seminario vescovile di Padova.

Realizzato per il medico senese Alessandro Sermoneta (1424 – 1487), il codice 29 contiene il volgarizzamento delle Eroidi di Ovidio e della pseudo-ovidiana Pulce e la Sfera di Goro Dati, accompagnata da numerose illustrazioni geografiche. Il manoscritto copiato e decorato in ambiente toscano nel XV è stato sottoposto a un delicato intervento di restauro, recuperando la sua piena integrità.

Acquista

 

 

Appunti di viaggio

a cura di Maria Elisa Avagnina

Il restauro del Taccuino di Vincenzo Scamozzi dei Musei civici di Vicenza

Nell’anno 1600, al ritorno da un lungo viaggio a Parigi, l’architetto vicentino Vincenzo Scamozzi (1548-1616), geniale erede di Andrea Palladio, descrive e illustra in un taccuino le meraviglie architettoniche in cui si imbatte lungo il percorso. Oggi un sapiente intervento di restauro ha ridato nuova vita a questo prezioso documento, offrendo le migliori garanzie per la sua conservazione nel tempo.

 Acquista

 

 

Sul biondo Tevere

a cura di Marco Guardo

Il restauro del codice 34K !6 della Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana di Roma

Nel 1675 l’ingegnere olandese Cornelis Meyer e il suo connazionale Gaspar van Wittel, giovane pittore agli esordi, percorrono le sponde del Tevere tra Perugia e Roma tracciando su un taccuino una serie di studi per rendere navigabile il fiume. Questo prezioso documento, rinasce a nuova vita grazie all’attento intervento di restauro.

 Acquista

 

 

Angeliche armonie

a cura di Alberto Fanton

Il restauro del Graduale Liber VII
della Pontificia Biblioteca Antoniana di Padova (Inv. n. 27)

La serie dei corali oggi alla Pontificia Biblioteca Antoniana di Padova comprende un graduale, il Liber VII, meravigliosamente illustrato da Nicolò di Giacomo, importante miniatore bolognese del secolo XIV. Attivo tra il 1349 e il 1403, il grande miniatore pose la propria firma sul primo foglio del codice.

Acquista

 

 

 

Il libro delle Domenicane

a cura di Massimo Medica

Il restauro del Collettario domenicale del Museo Civico Medievale di Bologna (Ms. 612)

Fondamentale testimonianza dell’insediamento monastico di Santa Maria Maddalena di Val di Pietra, uno dei più antichi monasteri domenicani femminili di Bologna, il Collettario ms. 612 grazie all’intervento di restauro si ripropone al pubblico come un’opera di grande valore artistico, liturgico e musicale.

 Acquista

 

 

 

Splendore-marciano-novacharta

Splendore Marciano

a cura di Maria Letizia Sebastiani e Paolo Crisostomi

Il restauro della legatura già del codice Lat. III 111 ( = 2116)
della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia

“Salviamo un Codice” ha questa volta promosso il restauro di un bene di natura diversa da quella sinora affrontata: la legatura staccata di un Messale marciano, opera di oreficeria bizantina.

 Acquista

 

 

 

 

In corpore sano

a cura di Giorgio Zanchin

Il restauro del codice medicale ms. Fazago 2,I,5,28 della Biblioteca Vincenzo Pinali, Sezione Antica, di Padova. Traduzione in inglese

Il Libro de le experiençe che fa el cauterio del fuocho ne corpi umani, è un trattato medico-chirurgico in cui la pratica della cauterizzazione, ossia l’applicazione di ferri roventi nelle parti affette dalle più varie patologie, viene descritto in volgare veneto del XIV-XV sec. L’apparato illustrativo svela la propria adesione alla tradizione pittorica padovana e giottesca.

 Acquista

 

 

Da Venezia alla Terrasanta

a cura di Giovanna Lazzi

Il restauro del Liber secretorum fidelium Crucis di Marin Sanudo (Ricc. 237) della Biblioteca Riccardiana di Firenze

Il codice è legato a una delle figure venete più interessanti del primo Trecento, Marino Sanudo Torsello, ed ebbe il merito di lasciare una traccia significativa nella miniatura veneta della prima metà del secolo. Fu allestito tra il 1329 e il 1330 per il cardinale Bertrando del Poggetto. La decorazione può essere assegnata a un unico miniatore.

Acquista 

 

 

Le note del ricordo
a cura di Emilio Sala

Il Codice musicale 13 della Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana di Roma

Il Codice è legato alla figura di don Girolamo Chiti, compositore e trattatista del XVIII sec., che trascrisse una miscellanea di manoscritti e spartiti del Cinque, Sei e Settecento divenuta uno strumento di studio per compositori ed esecutori di musica antica. L’intervento di restauro è dedicato alla memoria dell’insigne musicologo Pierluigi Petrobelli (1932–2012)

 Acquista 

 

 

 

Pagine di scuola

a cura di Giovanni Saccani

Il manoscritto sforzesco Varia 75 della Biblioteca Reale di Torino

Il manoscritto Varia 75, noto come Codice Sforza  è un quadernetto membranaceo in cui Ludovico Maria Sforza, appena quindicenne, annota sotto la guida del precettore una serie di esercitazioni da presentare alla madre Bianca Maria quale saggio dei suoi progressi negli studi. Il prezioso documento, riccamente decorato da abili miniatori, è una rara testimonianza del fervido clima culturale della corte sforzesca.

Acquista

 

 

Condividi !
  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us