Get Adobe Flash player

Categorie

Web Patron

Ultimo Numero

Quaderni di Restauro

Da Venezia alla Terrasanta

 

Il restauro del Ms. Ricc. 237 della Biblioteca Riccardiana, promosso dalla rivista “Alumina. Pagine miniate” nel quadro del progetto “Salviamo un Codice”, permette di gettare nuova luce su un codice legato a una delle figure più interessanti del patriziato veneto del primo Trecento, quel Marino Sanudo Torsello che a un ambizioso progetto di riconquista della Terrasanta, ispirato non solo da finalità religiose ma anche dalle mire espansionistiche della Serenissima nell’area mediorientale, dedicò gran parte delle sue energie e dei suoi averi. Il progetto, affidato a una serie di manoscritti miniati che dovevano richiamare l’attenzione del papato e dei potenti dell’epoca sulla necessità di una nuova spedizione, non sortì gli effetti desiderati, ma ebbe il merito di lasciare una traccia significativa nella miniatura veneta della prima metà del secolo, contribuendo a rinnovarne il linguaggio grazie al ricco apparato illustrativo che correda le varie redazioni dell’opera. Come emerge dall’epistolario del committente, il codice riccardiano fu allestito tra l’ottobre 1329 e il giugno 1330 per il cardinale Bertrando del Poggetto, e si segnala per il lussuoso ed elegante apparato di fregi, iniziali decorate, carte geografiche e bas-de-page con scene di battaglia e altri temi legati alle crociate. La decorazione può essere assegnata a un unico miniatore, che ben conosce i prototipi bizantini presenti a Venezia ma non ignora gli esiti della coeva pittura veneta, mostrando inoltre taluni influssi della miniatura bolognese.

Acquista 

Condividi !
  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>